I ranghi della società medioevale

image

Con il medioevo intere popolazioni si stabiliscono in territori precisi, nascono villaggi in cui la vita è per la maggior parte rurale.

Nel villaggio medioevale, gli abitanti erano suddivisi in ranghi, una scala sociale sulla quale sorgeva un re, fino ai ranghi più bassi popolati da servi e contadini.

Un RE (o signore) governava vaste aree di terreno. Per proteggere la sua terra dall’invasione, il re diede parti di esso ai signori locali, che sono stati chiamati vassalli. In cambio, i suoi vassalli gli promettevano di combattere per difendere la terra del re.

image Il VASSALLO governava le terre concessegli dal suo re. Quelle terre sono state chiamati FEUDI. Tra i feudi, un vassallo agiva come un signore locale e poteva dare porzioni di esso ad altri vassalli, VALVASSORE . Qualcuno potrebbe essere il vassallo di una persona, ma il signore di un altro.

I CAVALIERI erano guerrieri che combattevano a cavallo. In cambio di terra, si sono impegnati come vassalli al re. Solo i figli dei signori potevano diventare cavalieri.
I candidati per cavalleria iniziavano la formazione all’età di 7 anni, si trattava di un apprendimento di tipo sociale e di abilità come la scherma e la caccia. A 13 o 14 anni diventavano scudieri e cominciavano a praticare il combattimento a cavallo.
Lo SCUDIERO serviva come assistente dei cavalieri sia nel castello che sul campo di battaglia. Al 21 anni uno scudiero poteva diventare un cavaliere, questo passaggio avveniva in ginocchio davanti al signore tramite un tocco “doppiato” sulla spalla con una spada .

image

Re, signori locali e cavalieri facevano tutti parte di una classe dirigente che si chiama nobili.

Le NOBILDONNE erano le moglie e le figlie dei nobili. Erano responsabili dei domestici e supervisionato l’educazione dei figli. Aiutavano anche a prendersi cura dei malati e dei poveri.
In alcuni casi, le nobildonne stesse potevano possedere terra; esse potevano ereditare dai loro genitori o dai loro mariti. Quando un nobile era via, sua moglie si occupava di tutto. Ciò significava che la nobildonna, se invitata dal suo signore, poteva inviare cavalieri in battaglia, proprio come avrebbe fatto il marito.

image

I VESCOVI erano i capi della chiesa, servendo sotto il papa, il vescovo di Roma.
La maggior parte dei vescovi erano nobili. I vescovi erano anche i sorveglianti di sacerdoti, monaci e monache della chiesa e amministratori delle questioni economiche.
In molte parti d’Europa la chiesa possedeva vaste aree di terra e ordinò un gran numero di cavalieri. Nel Medioevo, non era insolito per un vescovo guidare i suoi cavalieri in battaglia.

I SACERDOTI fornivano istruzione spirituale e conducevano cerimonie religiose locali, nelle chiese. La vita, nel Medioevo, attraversava un periodo di cambiamento verso l’autosufficienza. La chiesa tentava di fornire sicurezza spirituale in una vita travagliata e in questo mondo insicuro.

image

I MONACI e le MONACHE erano uomini e donne che davano i loro averi e lasciavano la vita ordinaria per vivere in monasteri e conventi. Vivevano molto semplicemente, non potevano sposarsi e si dedicavano alla preghiera, lo studio, e aiutare i poveri.
Servivano anche come medici.

I FRATI viaggiavano, erano predicatori che vivevano di elemosina e diffondevano gli insegnamenti di San Francesco d’Assisi.

image

I SERVI della gleba vivevano in piccole comunità chiamate manieri che erano governate da un signore locale o vassallo.
La maggior parte dei CONTADINI erano servi della gleba. Essi erano legati al maniero e non potevano lasciare o sposarsi senza il permesso del signore.I servi della gleba lavoravano in masseria: coltivavano i campi, curavano il bestiame, costruivano e mantenevano gli edifici, cucivano i vestiti e tagliavano la legna.
Uomini, donne e bambini lavoravano fianco a fianco.
I servi avevano piccoli appezzamenti di terreno che potevano lavorare per se stessi; a volte un servo riusciva a risparmiare abbastanza soldi per comprare la sua libertà e diventare un uomo libero.

I CONTADINI costituivano la maggioranza della popolazione. La popolazione contadina si differenziava enormemente nei valori e nel comportamento economico da una popolazione lavoratrice urbana. Società contadine in genere avevano reti sociali ben sviluppate, le loro comunità erano molto piccole e spesso risultavano di difficile accesso da parte di estranei.

image

La parola “contadino” era talvolta usata come un insulto da quei concittadini che si ritenevano superiori agli operai rurali.

image

I COMMERCIANTI istituivano le imprese nelle città infatti, queste, cominciarono a crescere notevolmente nel tardo Medioevo.
I prodotti più comunemente commercializzati erano il sale, il ferro e i tessuti. C’erano anche oggetti più rari, come la seta e le spezie, che arrivavano dal commercio con la Cina e il Medio Oriente.
Con la crescita del commercio, una nuova classe di ARTIGIANI altamente qualificati si stava diffondendo, questi producevano stoffa, scarpe, birra, vetro e altri beni che richiedevano esperienza; altri artigiani tagliavano e sagomavano le pietre e i metalli preziosi.
Le donne esercitavano molti di questi mestieri; in mestieri come la tessitura e la produzione di birra avevano ruolo principale. I MERCANTI portarono e vendevano articoli tra città e villaggi, anche lontani dalle principali rotte commerciali.

image

I MENESTRELLI erano gli animatori che viaggiavano di città in città, spesso in gruppi. La maggior parte dei menestrelli erano cantanti o musicisti, ma alcuni avevano altre abilità tra cui le acrobazie o il ballo. I menestrelli erano conosciuti con nomi diversi in diverse parti d’Europa.
In Germania i menestrelli venivano chiamati “minnesingers”, in Francia “giullari”, in Irlanda “bardi”.
I menestrelli più famosi erano quelli del sud della Francia. Essi furono chiamati “trovatori” dalla parola latina che significa “comporre”.
Molte delle poesie d’amore venivano composte in lingua locale, provenzale.

image

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: