Il Rosso

Gli antichi Romani ricavavano il loro rosso porpora dal guscio del murice, una conchiglia rara nel Mediterraneo; con il Medioevo, si perse quest’usanza e si passò alla lavorazione del chermes (rosso cremisi tendente al porpora, dal latino “carmesinus”) il colorante estratto dalla femmina essiccata del “Coccus ilicis”,cocciniglia, insetto diffuso nel bacino del Mediterraneo la quale […]

Il Giallo

Dal latino: “Acitrinus” giallo limone “Coccumellinus” giallo e rosso “Croceus” giallo dorato “Giallus” giallo “Gialdus” giallo sole “Zaldus” giallo scuro Il giallo si otteneva dalla guada, una pianta stabile nella sua colorazione per le stoffe, o in pittura dallo zafferano. Era il colore del miele, dello zolfo, dell’ocra. Il giallo evocava il sole. Il cosiddetto […]

Il Nero

Il colore nero, inteso come nero inchiostro del XV secolo (quando i monaci interessarsi alla fabbricazione degl’inchiostri da scrivere introdussero quello che già era l’inchiostro ferro-gallico), era molto costoso da produrre, infatti era una sorta d’identificazione di appartenenza alla classe sociale e quindi non era indossato dalle classi inferiori, le quali erano solite ad indossare […]

Il Verde

Dal latino: “Erbus” verde erba “Mosco” verde muschio “Festichin” verde pistacchio “Fistuchinus” verde chiaro “Crocus Sativus” verde brillante ricavato da zafferano, azzurrite e albume. È nel Basso Medioevo che l’uso di svariati colori si afferma e si diffonde. Nel periodo feudale i colori araldici come il verde e altri colori come il rosso, il porpora, […]

Il Blu

Il blu profondo si poteva ricavare attraverso la macinazione di lapislazzuli creando così una polvere più o meno fine; il termine deriva dal latino “ultramarinus” ovvero “al di là del mare” poiché il pigmento era importato in Europa via mare dalle miniere in Afghanistan grazie al commercio italiano durante il 1200 e il 1400. Il […]